Questo bisogno che ancora mi porta a te..

Quando qualcuno che ami non ti ama più vorresti tornare indietro, cercare di rimediare agli errori, provare a trattenere quella persona. Ma la vera forza, quando capisci che il tuo amore non fa più stare bene quella persona é lasciarla andare. Quando chi ami non ti ama più, basta cazzate, trovare mille scuse, il sesso post-litigata o provare a parlare.. Quando chi ami non ti ama più, rimuovilo dagli amici e inizia a chiamarlo ex.

home   contact  
"Sei nella scia del fumo che consumo, nelle parole che uso, nei miei sorrisi, nei miei pensieri e non lo sa nessuno."
Anonimo: Sei grassa.

heyc4lif0rnia:

cadremoperialzarci:

A casa mia se magna, se a casa tua te fanno morì de fame cazzi tua.

forever reblog

"Era una ragazza agofobica. Il giorno prima di fare le analisi, è stata continuamente a domandare alla madre “mamma, ma l’ago punge tanto? La vena fa così schifo? “.
L’ultima volta che hanno tentato di farle le analisi, la ragazza è scappata in lacrime, tremando alla vista dell’ago, sotto le risate dei presenti nella sala d’attesa, un braccio tenuto dalla madre, ma niente da fare.
Quel giorno prima delle analisi, aveva chiamato il suo ragazzo, che l’aveva consolata per tutto il tempo e le aveva detto ” pensiamo a una cosa bella da fare dopo l’analisi, così hai una buona prospettiva, anzi pensala direttamente tu.”
La ragazza chiese di andare al mare a vedere il tramonto, e il ragazzo accettò.
La mattina, la madre chiese se la ragazza volesse che venisse anche lei, perché la ragazza non era mai andata da dottori senza la madre. Ma quel giorno, la ragazza con un sorriso, cosa strana per lei che si dirige da un dottore, le disse “no mamma, mi basta lui, viene soltanto lui.”
Eppure aveva la mano che le tremava al pensiero dell’ago.
Il suo ragazzo le prese la mano e si avviarono verso lo studio medico per fare le analisi. Tra uno scherzo e l’altro, arrivarono nella sala d’attesa. Al turno della ragazza, lei si ricordò le dieci volte in cui avevano cercato di farle il prelievo ma lei era scappata. Questa volta, non pensava all’ago, ma guardava il suo ragazzo che le si mise accanto. Scoprì il braccio e la dottoressa prese la siringa. Intanto, il ragazzo le sorrise e le fece l’occhiolino (mentre sua madre in passato l’aveva sempre guardata impietrita).
Il ragazzo al contrario, le fece delle facce buffe, e la ragazza sorrise felice, senza pensare all’ago.
La dottoressa si fermò con la siringa in mano e disse “non ho mai visto una persona sorridere durante il prelievo” con uno sguardo serio. La ragazza si spaventò un attimo, ricordandosi della situazione in cui si trovava, in cui una siringa le avrebbe prelevato il sangue, ma il ragazzo senza esitazioni, con un sorriso sul viso, disse “dottoressa le faccia quel cavolo di prelievo per favore”.
E la ragazza continuò a sorridere guardando il ragazzo.
Alla fine della puntura, mentre i due si avviavano verso l’uscita, soddisfatti di aver fatto vincere la paura della ragazza, la dottoressa toccò un braccio di lei e le chiese con un’ espressione stralunata “ma tu non eri quella che ogni anno se ne scappava dall’ambulatorio piangendo con la madre?”
Così insieme i ragazzi ridendo, le chiesero “dottoressa, ma lei si è mai innamorata? “
La dottoressa balbettava, così il ragazzo le suggerì “no, pare proprio di no”.
La ragazza aggiunse “le mie fobie sono un ostacolo da superare, così come le sue paure, e le combattiamo insieme.
Sorridiamo, perché sappiamo per cosa combattiamo. “
Ma le battaglie del ragazzo erano molto più dure di quelle della ragazza.
E, quando giunse il giorno in cui il ragazzo fece la chemio che temeva tanto, la ragazza gli sorrise, per tutto il tempo.
Bisogna ripagarlo, un sorriso.
La ragazza il sorriso del ragazzo non lo vide più dopo la chemio, ma lo tenne con sé per tutta la vita.
Il ragazzo non c’era più, questo è vero, ma non aveva perso la sua battaglia, e non l’avrebbe mai persa fino a quando la ragazza non avrebbe dimenticato il suo sorriso."

Gliocchituoiparlano (via gliocchituoiparlano)

fantastico.

(via i-want-save-me)

Piango

(via 557kmdallafelicita)

La pelle d’oca.

(via nellepupillehoduediamanti)

Sto tremando.

(via viodom01)

dio..

(via molecoledistantitraloro)

Cazzo. Ma vaffanculo.

(via comelapioggiachecade)

oddio…

(via -sorrisisfuggenti-)

stupendo

(via latipicaragazzaitaliana)

e no cazzo… io piango così

(via hurricaneandsweetdisaster)

Senza parole.

(via ialwayscatchyouifyoufall)

I brividi..

le lacrime

(via reasonforlivingisyou)

Stupenda…

(via noichesiamoanimevuote)

Piango…

(via solo-gli-dei-possono-giudicarmi)

Non so perché ma ho iniziato a tremare e mi sono riempiti gli occhi di lacrime

(via soloioelavita)

Cazzo no

(via abbracciarsifinoanonrespirare)

È la terza volta che lo rebloggo. Cazzo piango ogni volta.

(via viodom01)

lacrime..cazzo..

(via fragilecomeunafogliadinverno)

Queste cose non me le dovete far leggere. Dio. (via lalunaevanescente)

Bellissima

(via la-ragazza-strana-su-tutto)

che meraviglia.

(via gliocchivestitidirosso)

Lacrime lacrime e lacrime.

(via leslie-blr)

..

(via shadow-g)

Bellissimo

(via itsonlyadepressedgirl)

.

(via erica-prontaacorrere)

..

(via alone-tired)

\

(via polsidicarta)

💔…

(via zaynscygarettes)

Diosanto.. all inizio sorridevo, poi alla fine ho iniziato a tremare e ho le lacrime agli occhi. Dio.

(via stronzoabbracciami)

O cazzo. È stupenda

(via lafelicitaedopoloceano-7440km)

diocane,sto piangendo.

(via crollosilenziosamente)

Piango. Non potete farmi questo

(via occhifreddicomeilmare)

Meraviglioso

(via laragazzavelatadimalinconia)

Andate a fanculo ah. Piango. Adoro.

(via quellachenessunosalverebbemai)

anch’io voglio

(via transparentlikewater)

I brividi

(via amostarmale)

(via tuchemichiamavipiccola)

"Era una tipa strana. Non si lasciava corteggiare e pare avesse un dolore forte scritto sulla faccia. Poi stava sempre da sola e non salutava. Dicono che aveva dato il cuore, qualche anno prima, a uno che non se lo meritava."
Cinque Allegri Ragazzi Morti, Toffolo, Fumetti (via areyoustuckinsideaworldyouhate)

(via come-fossi-acqua-dentro-acqua)

menoparolepiuabbracci:

Ah si, okok☺️
silenzicheuccidono:

florindraco:

ragazzo-di-cenere:

Perle notturne ♥

Upsss questa è proprio bella!! :D

Ecco.
"Io non lo so come sto. Non lo capisco davvero. Non riesco a sentirmi. Mi manca qualcosa, ma non so cosa. Ho come una nostalgia ancorata alle ossa. Non so come sto. Evito di pormi domande e di ascoltarmi. Temo la risposta. Non lo so come sto."
Provaavolare (via provaavolare)

(via divisida2086km)

"

Non posso nemmeno odiarla, capisci il mio problema? Perchè se avessi potuto sarebbe stato più facile. Ma per cosa dovrei farlo? Lei ha riuscito dove io ho fallito ma questa non è una colpa, anzi. E non posso detestarla perchè ti ama, nè perchè prova a farti felice perchè questo fa felice anche me, capisci? E fa male sai, vedere che è un tipo a posto, una per bene che non ti farebbe mai del male.

Si certo, lei è un tipo a posto, ma io ero quella giusta.

"
About a moonlight. (via aboutamoonlight)
"Sono quasi le quattro del pomeriggio e fuori sta piovendo. Credo che ti sia svegliato, a questo punto, e credo che tu abbia già pranzato, anche se a volte hai gli orari (e gli occhi) stravolti. Io ho già mangiato tre yogurt alla pesca e ho già bevuto tre succhi alla pera da stamattina. Ho già fatto una lavatrice e ho già rifatto il letto. Ho spazzato, ho pulito i vetri delle finestre e sono uscita venti minuti per comprare un po’ di pane. Mentre camminavo ho visto un braccialetto verde acqua che mi ha ricordato una camicia che indossavi quando non mi amavi. Ho fatto la doccia e ho indossato un vestito a righe troppo lungo, mi sono guardata allo specchio e mi sono già maledetta tre o quattro volte. Ho comprato anche un ombrello, tornando dal panificio. Ho pensato “magari lui ha perso il suo”. Quindi è per questo che non sei ancora qui? Hai perso l’ombrello e non vuoi bagnarti? Hai paura di prendere un raffreddore ma non hai paura di farmi piangere?
Che storia è questa? Mi sono accorta, sai, di questa cosa che fai. Se non ti chiamo io tu non mi chiami. Sono almeno tre giorni che aspetto le cinque per vedere se mi sbaglio, invece niente: tu non chiami più.
Ci sono le pere (quelle piccine che ti piacciono tanto) qui sul tavolo e da qualche parte credo ci sia il sole. Da qualche parte qualcuno si sta baciando, ma non qui, non adesso.
Se dovesse smettere di piovere cosa ti inventerai?"
Susanna Casciani (via facemmolamoreaparigi)

(via besyechelon)

TotallyLayouts has Tumblr Themes, Twitter Backgrounds, Facebook Covers, Tumblr Music Player and Tumblr Follower Counter